Sommelier

Matteo Zappile, classe 1984, è il Sommelier del ristorante Il Pagliaccio di Roma, di cui è anche, da ottobre 2016, Restaurant Manager. Nasce in una piccola cittadina del salernitano, Frequenta la scuola alberghiera, che lo porta a Cortina all’Hotel Bellevue a soli 14 anni. 

Si diploma sommelier professionista all’età di 24 anni, poi sommelier Master Class sino a diventare degustatore ufficiale italiano e Relatore Ais.
Lavora da sempre nel mondo della ristorazione sino ad approdare a ristoranti di altissimo livello sia in Italia che all’estero. 

Continua inoltre a perseguire un sogno, l’abbinamento emozionale perfetto, facendo il sommelier è sempre alla ricerca delle giuste sensazioni.
All’amore per il vino associa inoltre quello per la fotografia, che nel corso degli anni non ha mai trascurato.

Oggi Matteo lavora come Restaurant Manager-Head Sommelier del Ristorante Il Pagliaccio, 2 Stelle Michelin con lo Chef Anthony Genovese e continua a coltivare una profonda passione e dedizione per la fotografia e per i viaggi.

Nel corso degli anni non gli sono mancati i riconoscimenti, a confermare un talento naturale per l’accoglienza e il servizio: nel 2014 è Miglior Sommelier d’Italia per il Gambero Rosso, nello stesso anno la sua carta dei vini riceve il premio come Miglior Carta delle Bollicine d’Italia per L’Espresso. Che nel 2017 lo sceglie come Miglior Sommelier d’Italia. 

“Adoro cogliere attimi di vita, sensazioni lunghe un istante ma per l’eternità.”

È anche uno dei soci fondatori dell’associazione Noidisala, di cui è anche segretario generale. Il lavoro in sala è una vera vocazione per Matteo:

«Scendiamo in campo ogni sera per offrire il meglio di noi, tutto quello che possiamo per rendere l’esperienza unica ai nostri clienti, cercando di carpire i desideri di ognuno, così da anticiparne le esigenze. Oggi siamo i protagonisti di un grande viaggio, un ricordo che indelebile resterà (anche grazie a noi) positivo».