Chef

Nato nel Michigan nel 1974, Grant Achatz cresce nel settore della ristorazione, con genitori e nonni entrambi ristoratori. Oggi è in prima linea nella gastronomia molecolare e nella cucina progressista.
Fin da piccolo, lo chef inizia ad imparare le basi, sviluppando le competenze che gli permetteranno di diventare uno dei principali innovatori nel campo culinario. Dopo la laurea, si iscrive immediatamente al Culinary Institute of America. Eccellendo alla C.I.A., Achatz, una volta laureato, si unisce alle cucine di diversi ristoranti prestigiosi, tra cui l’acclamato French Laundry nella Napa Valley.

Achatz prospera lavorando a stretto contatto con questo ambiente altamente creativo e dedicato, e dopo due anni diviene suos-chef del ristorante . Dopo quattro anni al French Laundry, Achatz sceglie di ampliare le sue conoscenze e lavora come assistente enologo a La Jota Vineyards. Nel 2001, accetta la posizione di chef esecutivo presso il Trio a quattro stelle (Evanston, Il.). Achatz fiorisce così a Trio, raccogliendo una pletora di riconoscimenti.

Achatz apre Alinea a Chicago, nel maggio 2005, realizzando il sogno della sua vita di possedere un proprio ristorante. Il ristorante viene ben accolto da stampa e pubblico e viene premiato dalla James Beard Foundation “miglior ristorante nuovo in America” nello stesso anno. Sotto la guida dello chef Achatz, Alineariceve l’attenzione di tutto il mondo per il suo approccio ipermoderno ed emotivo alla ristorazione.
Alinea riceve quattro stelle sia dal Chicago Tribune che dalla rivista Chicago, e Chef Grant viene inoltre nominato il “prossimo grande chef americano” dal New York Times, ricevendo nel settembre 2005 e nell’ottobre 2006  Five Diamonds dalla AAA. Ruth Reichl, della rivista Gourmet, ha incoronato Alinea il “Miglior Ristorante in America” nella lista di America’s Top 50 Ristorants, per ben due volte.
Nel 2011, Achatz apre il suo secondo ristorante Next ed il Cocktail Lounge “Aviary”, entrambi premiati con il riconoscimento James Beard.