Chef

Antonia Klugmann nasce a Trieste nel 1979. Dopo la maturità classica si iscrive alla Facoltà di Giurisprudenza che abbandona dopo tre anni per avvicinarsi al mondo della cucina. Svolge un periodo di apprendistato, in diverse realtà del Friuli-Venezia Giulia e del Veneto, e nel 2006, a soli 27 anni, apre l’Antico Foledor Conte Lovaria in provincia di Udine. Nel 2010, desiderosa di creare una realtà che le corrispondesse completamente, acquista un terreno nel Collio Goriziano. Durante i 4 anni necessari per costruire il suo ristorante, lavora a Venezia come Chef prima de Il Ridotto e successivamente dello stellato Venissa.

A fine 2014 apre L’Argine a Vencò, a Dolegna del Collio in provincia di Gorizia, a pochi chilometri dal confine sloveno. Il ristorante, un edificio moderno adiacente un antico mulino del ‘600, è circondato dalla natura. Dalle grandi vetrate delle due sale gli ospiti possono osservare l’orto e i vigneti circostanti. Il menù stagionale è caratterizzato da un attento bilanciamento di ingredienti animali e vegetali di cui si tenta di limitare gli sprechi, impiegando creatività e competenze tecniche. Nello sforzo continuo di essere più sostenibili vengono, inoltre, effettuati solo piccoli acquisti mirati e il numero di ospiti accolti nel ristorante è limitato.

Dal 2015 L’Argine a Vencò si è sempre aggiudicato una stella Michelin. È, inoltre, uno dei 27 ristoranti “4 cappelli” per la Guida dell’Espresso ed è incluso nella Top 100+ European Restaurant di “Opinionated About Dining”.

Nel 2020 Klugmann è uno dei 9 chef italiani inseriti nella classifica internazionale “The Best Chef Top 100”. Viene invitata frequentemente ad eventi in Italia e all’estero per raccontare la propria cucina e il territorio di confine da cui proviene. Ha partecipato in qualità di ospite ad alcune trasmissioni televisive, tra cui “A Mind of a Chef”, “Master of Photography”, “Le Ragazze” di Gloria Guida e “Lessico Famigliare” di Massimo Recalcati. È stata uno dei quattro giudici della settima stagione di Masterchef Italia. Ha, infine, pubblicato con Giunti Editore il libro “Di Cuore di Coraggio”, in cui racconta la sua storia e presenta una selezione delle ricette più rappresentative della sua carriera.

Foto: Mattia Mionetto