Il Verelè è una nuova varietà di riso, nata in Italia ed unica nel suo genere, distinguendosi in campo tramite il sistema di incroci naturai non obbligati da cui si è rilevata una varietà omogenea senza disformità.

Articolo
Articolo a cura di Gourmagazine
24 Gennaio 2021

Il Verelè è una nuova varietà di riso, nata in Italia ed unica nel suo genere, distinguendosi in campo tramite il sistema di incroci naturai non obbligati da cui si è rilevata una varietà omogenea senza disformità. 

Tutto nasce da un’idea di Roberto Priora e Giuseppe Vasino, amici da sempre e titolari di aziende agricole che da generazioni si dedicano alla coltivazione di riso, mais, grano, orzo, fagioli, colza e soia. 

Oltre alla normale attività di coltivatori diretti, nutrono da sempre la passione e l’interesse per lo sviluppo di nuove “cultivar”, in particolar modo per nuove varietà di riso e di fagioli che hanno costituito ed iscritto nel registro nazionale delle varietà vegetali. 

Le varietà sono Verelè, Avana, Gold, Nairobi One e Apache Red, e ciascuna di queste ha caratteristiche organolettiche diverse dalle varietà già presenti in commercio. Tra queste spicca il Verelè, per il quale sono serviti 7 per il raggiungimento dell’attuale ottimo risultato. Si tratta di un riso la quale duttilità garantisce diverse possibilità di utilizzo gastronomico. 

A sostegno di questo progetto chiamato “Nuovirisi” si è unito Sebastiano Zorgno, giovane chef originario di un piccolo paese del Monferrato, che ha creduto nel progetto fin da subito. Sebastiano racconta come, la prima volta che ebbe a che fare con il Verelè, rimase stupito dalla trasformazione del colore del riso, divenuto totalmente rosa grazie alla sola aggiunta di acqua. Egli percepì fin da subito dei valori che differenziavano quel riso da tutte le altre verità, tra i quali: il colore unico (grigio a crudo e rosa una volta cotto), l’intensità aromatica che rilascia da crudo e che valorizza in cottura, i ridotti tempi di preparazione, la masticabilità ottenuta una volta cucinato.

LEGGI ANCHE
Lunaris 1964, alla scoperta del ristorante gourmet più a nord d’Italia

Siamo stati in Valle Aurina per scoprire la cucina di Matthias Kirchler all'interno del ristorante Gourmet più a nord d'Italia

Nuova apertura All’Antico Vinaio a Milano in Stazione Centrale

Siamo stati all'inaugurazione del nuovo locale dell'Antico Vinaio a Milano in Stazione Centrale

Kitchen: una giovane stella brilla a Como

Siamo stati da Kitchen, ristorante posto all'interno dello Sheraton Lake Como Hotel guidato dal giovane chef comasco Andrea Casali.

Ca’ Del Moro: Un paradiso enogastronomico in Valpantena

Siamo stati al Ca' del Moro Wine Retreat, l’eco-resort firmato dall’azienda vinicola La Collina dei Ciliegi.